Agenzia Entrate : attivo il bonus registratori di cassa

Registratori di cassa da sostituire o adeguare? ecco le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate in vista dell’invio telematico dei corrispettivi

Corrispettivi elettronici da inviare  telematicamente  mediante collegamento del registratore di cassa al sito dell’Agenzia delle Entrate.

E’ questa la novità che interessa a  partire dal 1 luglio 2019 chi ha un volume d’affari superiore a 400.000 euro.

Sarà invece esteso a partire dal 1° gennaio 2020 per chi ha ricavi inferiori.

Con il provvedimento del 28 febbraio l’Agenzia Entrate ha reso operativo il credito d’imposta che sarà concesso  per la sostituzione  del registratore di cassa con uno abilitato  oppure per l’adeguamento del vecchio registratore, laddove fosse possibile.

Il  credito d’imposta è pari al 50% della spesa sostenuta ma con il limite di :

  • 250 euro per la sostituzione del vecchio registratore con uno di nuova generazione
  • 50 euro per la modifica dello strumento già a disposizione.

Il bonus è riconosciuto direttamente al contribuente che potrà portarlo in detrazione nel modello f24 a decorrere dal mese successivo alla registrazione della fattura di acquisto.

Per l’utilizzo del Bonus è necessario  inoltre che il modello f24 indicante il credito venga trasmesso tramite i servizi messi a disposizione dall’agenzia delle entrate, quindi potrà essere inviato utilizzando  le credenziali  fisconline sul sito dell’Agenzia oppure   attraverso la procedura Entratel. 

Istituito anche il codice tributo per la compensazione

Il codice da utilizzare per l’esposizione del credito è il 6899 denominato “Credito d’imposta per l’acquisto o l’adattamento degli strumenti mediante i quali sono effettuate la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica all’agenzia delle entrate dei dati dei corrispettivi giornalieri-articolo 2, comma6-quinquies, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n.127”

Condizione necessaria per usufruire del bonus è il pagamento della fattura con mezzi tracciabili.

I contribuenti che volessero adeguarsi anche prima dell’entrata dell’obbligo possono farlo esercitando l’opzione direttamente nel portale dell’agenzia entrate entrando su Fatture e Corrispettivi.

 

ALTRI

 

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *