Consulenza del Lavoro è per noi……un altro modo di lavorare.

Probabilmente sei abituato a considerare il consulente del lavoro come il professionista che si

occupa di elaborare i cedolini del tuo personale, delle pratiche di assunzione, degli

adempimenti fiscali e contributivi.

Per noi consulenza del lavoro significa anche qualcosa in più: lavorare insieme, lavorare meglio.

Come?

Aiutandoti a creare   team coesi e  implementando  strategie  che portano  sviluppo.

Molte  volte ti sei sentito sopraffatto per le tante cose da fare, non è così?

Quante volte la stanchezza ti rende nervoso e intrattabile?

Probabilmente hai anche pensato che sarebbe molto bello se trovassi una persona esattamente come te, vorresti clonarti per dividerei

compiti con l’unica persona di cui ti puoi fidare: te stesso.

Vorrei aiutarti a pensare in modo diverso,  e per farlo vorrei raccontarti la mia storia.

Fino a qualche anno fa anche io la pensavo come te.

Ho sempre lavorato sodo fino a tarda notte e sempre con l’ansia di non riuscire a portare a termine i miei adempimenti.

Tenevo il telefono sempre acceso e i miei clienti mi chiamavano a qualsiasi ora del giorno e della notte.

Credevo che questo fosse il modo giusto di fare il mio  lavoro: un servizio ineccepibile anche a costo di immensi sacrifici.

Per tanti anni non mi son nemmeno resa conto del fatto che spesso,  ero talmente stanca che diventavo scontrosa e che non riuscivo a godere

pienamente i rari momenti di riposo con la mia famiglia perché ero sempre preoccupata del domani, delle cose da sbrigare…

Il telefono poi …continuava a squillare e aggiungeva ulteriori cose da fare al mio lunghissimo elenco.

Capita, a volte che la vita cambi improvvisamente rotta: ti metta davanti ad un ostacolo che sembra insormontabile, qualcosa che ti costringe

a fermarti, tuo malgrado.

E’ stato così anche per me. E da quel momento ho fatta mia questa frase di Canergie:

Ogni avversità, ogni fallimento. ogni dolore porta con se il seme di un vantaggio equivalente o superiore”

Ho capito da quel momento che era ora di cambiare qualcosa nella mia vita: dovevo prenderne il controllo.

Ho iniziato a dedicare almeno un’ora la mattina solo a me stessa, a meditare, a fare yoga a fare le cose che da sempre mi sarebbe piaciuto fare

come leggere e scrivere.

E’ cambiato totalmente il mio approccio al lavoro: ho stabilito degli orari precisi  e ho realizzato quello che era il mio sogno ovvero lavorare

fino alle 15,00  e poi dedicarmi interamente alla mia famiglia e alle cose che amavo.

Ho ripreso a dipingere, cosa che facevo prima che nascessero miei figli, ho iniziato a godere di ogni attimo della mia vita.

Ce l’ho fatta perché l’ho voluto fortemente e ho attuato una strategia.

Quella stessa strategia che oggi insegno ai miei clienti e che ti libera dalle catene di un lavoro che assorbe totalmente la tua vita.

Ricordati lavoriamo per vivere non viviamo per lavorare.

La nostra vita merita più attenzione. Contattaci!